domenica 1 febbraio 2015

Al Sundance vince "Me and Earl and the dying girl"

Come promesso, questa mattina vi comunico il vincitore del Sundance film festival 2015.
Si tratta di "Me and Earl and the dying girl" (traduzione letterale: "Io e Earl e la ragazza morente"), del regista Alfonso Gomez-Rejon.


La trama in breve:
Greg sta andando avanti per inerzia durante l'ultimo anno del liceo, rimanendo il più anonimo possibile e evitando le interazioni sociali, mentre segretamente sta girando dei film vivaci e bizzarri con Earl, il suo unico amico. Ma sia il suo anonimato che l'amicizia con Earl rischiano di saltare quando sua madre lo costringe a fare amicizia con una compagna di classe malata di leucemia.


Il film è tratto dal romanzo di Jesse Andrews e si presenta come una commedia agrodolce in cui trovano spazio sia le lacrime che le risate. "Questo film parla dell'elaborazione di un lutto, ma in realtà vuole celebrare una vita bella e un bellissimo uomo, che è il mio incredibile padre... per celebrare la sua vita attraverso l'umorismo", ha aggiunto il regista al momento della premiazione.


I protagonisti sono Thomas Mann, R.J.Ryler e Olivia Cooke, tre ragazzi poco più che ventenni di cui sicuramente sentiremo parlare ancora.


Nota a margine: nessun premio per l'unico film italiano in gara, "Cloro", pur essendo stato ampiamente apprezzato da pubblico e critica.
Sarà per la prossima volta...

J.D.

0 commenti:

Posta un commento