sabato 21 febbraio 2015

Road to Oscar 2015 - parte 2

Eccoci al secondo appuntamento con le previsioni sulla notte degli Oscar. La premiazione si terrà domani sera a Los Angeles, come da tradizione e sarà presentata da Patrick Harris, uno dei protagonisti della serie tv How I met your mother.



Passiamo ora in rassegna la seconda parte delle categorie.

Miglior film straniero 
Ida (Polonia)
Leviathan (Russia)
Tangerines (Estonia)
Timbuktu (Mauritania)
Storie Pazzesche (Argentina)

L'Europa dell'est dovrebbe trionfare in questa categoria, dove il testa a testa sembra essere tra Polonia e Russia. Leviathan ha dalla sua parte il Golden Globe, ma io punto su Ida.

Miglior film d'animazione 
Big Hero 6
The Boxtrolls
Dragon Trainer 2
Song of the Sea
The Tale of the Princess Kaguya

Scandalosa l'esclusione di The Lego Movie, il mio tifo spassionato va al film giapponese The tale of the princess Kaguya, ma le chances sono bassissime. Con ogni probabilità l'Academy si orienterà su Dragon trainer 2, con Big Hero 6 in seconda battuta.

Miglior fotografia 
Birdman
Grand Budapest Hotel
Ida
Mr. Turner
Unbroken

Roger Deakins, alla dodicesima nomination ottenuta con Unbroken, meriterebbe finalmente quella statuetta che ha sempre mancato, ma a trionfare sarà probabilmente Emmanuel Lubezki, che bisserà il premio ottenuto l'anno scorso con Gravity. Oscar a Birdman, dunque.

Miglior montaggio 
American Sniper
Boyhood
Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Whiplash

Non c'è storia. Se giri un film in dodici anni, seguendo la crescita di un ragazzo dall'infanzia alla maturità e raccontando così la storia della sua vita, l'Oscar per il montaggio non può che essere tuo. Boyhood senza passare dal via.

Miglior scenografia 
Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Into the Woods
Mr. Turner

Anche in questa categoria sembra esserci un solo uomo al comando. Grand Budapest Hotel dovrebbe vincere a mani basse senza troppa difficoltà.

Migliori costumi 
Grand Budapest Hotel
Vizio di forma
Into the Woods
Maleficent
Mr. Turner

Testa a testa tra Colleen Atwood per Into the woods e l'italiana Milena Canonero per Grand Budapest Hotel. La nostra compatriota sembra leggermente favorita e io le auguro vivamente di portare a casa la sua quarta statuetta. Dico quindi Grand Budapest Hotel.

Miglior trucco e acconciature 
Foxcatcher
Grand Budapest Hotel
Guardiani della Galassia

Il seppur eccellente trucco prostetico su Steve Carrell in Foxcatcher dovrebbe rimanere fuori dalla corsa per la statuetta, che sarà appannaggio nel barocchismo di Grand Budapest Hotel e dei personaggi fantascientifici di Guardiani della galassia. Storicamente l'Academy preferisce premiare film come Grand Budapest Hotel.

A stasera per la terza e ultima parte, quella dedicata ai premi più importanti e sentiti...

J.D.

CLICCA QUI PER VEDERE LA PRIMA PARTE DEL ROAD TO OSCAR

0 commenti:

Posta un commento