giovedì 19 marzo 2015

10 film da (ri)guardare prima di andare a New York

Avete in programma di fare un viaggio a New York?
Guida turistica alla mano, certo, ma prima di partire esiste un metodo infallibile per immergersi nell'atmosfera della Grande Mela: guardare film che i migliori registi della storia del cinema hanno dedicato a questa meravigliosa e sfaccettata metropoli.
Ce ne sono almeno un centinaio di film validi per questo scopo, ma io ne ho selezionati 10 tra quelli che ho amato di più e che per un motivo o per l'altro trovo più significativi.
Partiamo con la rassegna.

10. "Eyes wide shut" di Stanley Kubrick


Una New York natalizia è quella fotografata da Kubrick, il Greenwich Village borghese che diventa teatro delle fantasie di una coppia, di orge in maschera in ville faraoniche e di segreti rivelati puniti con la morte.
Richiami massonici, esoterismo, quella di Eyes wide shut è la New York più segreta e nascosta, quella dei vizi dell'aristocrazia di Manatthan che probabilmente non vedrete mai, ma che sommessamente riuscirete a percepire passeggiando tra i palazzi dell'Upper East Side.



9. "Harry ti presento Sally" di Rob Reiner


"Ah, certo. Doveva capitare prima o poi in una città di 8 milioni di persone di incontrare la mia ex moglie. Finalmente è successo e ora sto bene." La battuta di Billy Crystal è già una sintesi del DNA della Grande Mela, dove ogni uomo è un'isola ma tutti i cittadini formano un vasto arcipelago. New York accompagna i due protagonisti nello svolgersi delle loro vite e attraverso gli anni, sce nario per fetto per una delle coppie più belle del cinema.



8. "La 25ª ora" di Spike Lee


Uno dei migliori film sul post 11 settembre, una lettera d'amore del regista di Brooklyn alla città in cui è cresciuto, ma senza snaturare i temi che gli sono sempre stati più cari. Dolore e rabbia permeano il film in maniera viscerale, mentre seguiamo Edward Norton che si muove in una città che lo avvolge in tutta la sua mirabile essenza.



7. "Colazione da Tiffany" di Blake Edwards


In una città dove le anime perdute sono frequenti come le giornate di pioggia a Londra, due personaggi come Paul Varjak e Holly Golightly si integrano perfettamente e non potevano che innamorarsi. E poi c'è Tiffany sulla Quinta Strada...



6. "Wall Street" di Oliver Stone


Il film che ha segnato una generazione di giovani rampanti e ha fatto di un personaggio negativo come Gordon Gekko una vera e propria icona della finanza. Wall Street diventa il centro della finanza mondiale e sinonimo di ricchezza, straordinari successi, ma anche devastanti fallimenti.



5. "Ghostbusters" di Ivan Reitman



Dalla Biblioteca Pubblica alla Columbia University, da Central Park alla City Hall, fino all'omino gigante di marshmallow che marcia per Columbus Circle. Ghostbusters ha trasformato New York in un teatro soprannaturale, regalando immagini iconografiche che sono entrate nella storia.



4. "Fuori orario", di Martin Scorsese


Avrei potuto e forse dovuto inserire in questa lista Taxi Driver, tra i film di Martin Scorsese ambientati a New York, oppure Gangs of New York... Ma ho preferito Fuori orario, una pellicola che come nessun'altra è capace di catturare lo spirito della Soho newyorkese degli anni '80. Il senso di straniamento che si percepisce per tutto il film è l'emblema del modo di vivere del quartiere degli artisti nel sud di Manhattan. Impareggiabile.



3. "La febbre del sabato sera" di John Badham


Tony Manero che cammina per le strade di Brooklyn come se fosse il re del quartiere non ha prezzo. Questo è stato il film che ha preso la subcultura dei nightclub di New York e l'ha trasformata in fenomeno mondiale, consacrando John travolta ed elevando la discomusic a stile di vita.



2. "C'era una volta in America" di Sergio Leone


Manca il gradino più alto del podio per un soffio. Nella top 5 dei miei film preferiti,"C'era una volta in America" non ha bisogno di presentazioni. Dagli anni '20 del proibizionismo agli anni '60, New York resta lì, sullo sfondo, a far da meravigliosa cornice alle vicende di Noodles, Cockeye, Patsy e Max. Il film di Leone è pura poesia e la Grande Mela ne è parte integrante.



1. "Manhattan", di Woody Allen


La foto della locandina è un'icona, come il regista che più di ogni altro ha dichiarato con i suoi film il proprio amore per la città di New York. Tra le pellicole di Woody Allen ho scelto Manhattan, perchè mai come in questo film si percepisce una New York viva, pulsante di vita, con persone che si incontrano e si lasciano nella metropoli che non dorme mai. Persone isteriche o depresse, ingenue o insicure, ciniche o individualiste. C'è l'essenza della cinematografia di Allen, in "Manhattan" e con essa la sintesi di questa meravigliosa città.
E poi ci sono le cose per cui vale la pena di vivere:


Voi cosa ne pensate?
Avreste messo altri titoli?

J.D.

1 commenti:

berita informasi terkini ha detto...

classic movie forever

Posta un commento