giovedì 19 marzo 2015

10 informazioni sull'eclissi di sole del 20 marzo 2015

Tutti pronti per domani?
La mattinata del 20 marzo sarà teatro di una delle maggiori eclissi di sole degli ultimi decenni.


Ma cosa dobbiamo sapere in proposito?
Ecco alcune nozioni che vi aiuteranno a fare bella figuara con i famigliari, amici e colleghi con cui assisterete all'evento:
1) L'eclissi sarà totale per chi la osserverà dal Nord Europa. In Italia la percentuale di superficie solare coperta varia dal 40% al 70%, a senconda della latitudine.
2) Il fenomeno inizierà intorno alle 9,30, raggiungerà il culmine attorno alle 10,30 (qui la tabella precisa città per città) e si concluderà alle 11,30 circa.
3) L'eclissi di domani fa parte del ciclo di Saros, evento che si ripete ogni 18 anni, 11 giorni e 8 ore.
4) Non dovremo comunque attendere 18 anni per la prossima eclissi di sole, ma "solo" 12: la prossima si verificherà infatti il 2 agosto 2027.
5) L'ultima eclissi totale visibile in Italia si è verificata il 15 febbraio 1961.
6) A questo link sarà possibile seguire l'evento in diretta streaming.
7) Non guardate il sole ad occhio nudo. Anche se oscurato, il sole può provocare danni permanenti alla retina. Usate degli occhiali da saldatore. No a vetri affumicati e occhiali da sole.
8)Andate all’ombra di un albero che lasci filtrare tra le sue fronde un po’ di luce solare e vedrete proiettate al suolo tante lunette che sono immagini del Sole parzialmente eclissato. E’ il principio della camera oscura: con le sue fronde l’albero crea tante camere oscure naturali. Aristotele osservò così un’eclisse nel quarto secolo a.C,, e Keplero il 10 luglio del 1600.
9) Potrebbero verificarsi problemi alla rete elettrica. E' stato calcolato che si verificherà una perdita di 34-35 GW di energia solare nelle reti fotovoltaiche europee. Germania, Italia e Spagna i paesi più a rischio.
10) L'eclissi di domani NON E' il primo segnale dell'imminente fine del mondo.

Buon divertimento!

0 commenti:

Posta un commento