giovedì 2 aprile 2015

"Cenerentola" di Kenneth Branagh

Finalmente sono riuscita ad andare a vedere al cinema l'ennesima versione della favola di Cenerentola, che la si può rigirare in tutte le salse ma alla fine resta sempre una delle più romantiche di sempre. Se però ci mette le mani Kenneth Branagh qualcosa di superiore alla media è molto facile che venga fuori...


E' proprio così. Il regista britannico ha fatto un ottimo lavoro, caricandosi sulle spalle l'arduo compito di portare sullo schermo una delle principesse Disney più amate di tutti i tempi e regalando un prodotto moderno e al passo con i tempi.
Scenografia, fotografia, colori, effetti speciali... e un cast che interpreta al meglio i ruoli che ben conosciamo e che tanto amiamo/odiamo. A partire dalla bravissima Lily James nei panni di Cenerentola e dalla superba Cate Blanchett che presta il volto alla perfida matrigna.


La sceneggiatura è ben curata e il film scorre via con un ritmo che non annoia mai, portandoci dalle sofferenze e dalle perdite iniziali di Ella al suo sfruttamento e alle umiliazioni inflitte dalla matrigna e dalle sorellastre, per poi giungere al riscatto finale grazie all'aiuto della Fata Madrina (una vivace Helena Bonham Carter).
Kenneth Branagh dirige con la leggerezza e l'ironia che lo contraddistinguono e il suo messaggio di superiorità del coraggio e della gentilezza sulla prepotenza e l'arroganza risulta al termine del film chiaro e forte. 
Perchè al ballo, alla fine, Cenerentola ci va.
E il resto è storia.


A presto!

J.D.

0 commenti:

Posta un commento