giovedì 16 aprile 2015

Giochi da tavolo: 7 Wonders

Ieri sera ho avuto l'occasione di giocare a un divertente gioco da tavolo e ho deciso di condividere questa esperienza con voi. Il gioco in questione si chiama "7 wonders" (tradotto: le 7 meraviglie).


Il titolo anticipa già di che cosa si parla.
Ogni giocatore riceve all'inizio del gioco una scheda che rappresenta una delle celebri sette meraviglie del mondo, con indicati i bonus che dà la meraviglia ai vari stadi di avanzamento di costruzione e le risorse iniziali a disposizione del giocatore.



Il gioco si svolge poi in tre "epoche", una più avanzata dell'altra. Ad ogni epoca è associato un mazzo di carte che rappresentano materie prime o strutture militari, civili, commerciali, scientifiche e gilde. I giocatori dovranno giocare man mano le carte, ognuna delle quali riporta il proprio costo di costruzione, che può essere nullo o richiedere di possedere alcune risorse o di pagare monete d'oro. Risorse mancanti possono essere acquistate da uno dei giocatori vicini se questo le possiede e vengono pagate in monete d'oro.


Al termine di ogni era vengono risolti i conflitti militari tra vicini, quindi si distribuisce una nuova mano dal mazzo dell'era successiva e si prosegue. Esaurito anche il secondo mazzo si prosegue con il terzo mazzo, terminato anche questo i giocatori conteggiano i loro punteggi nelle differenti aree (civile, scientifica e commerciale). Chi ha ottenuto più punti vince.
Il gioco appare complesso, ma in realtà la meccanica è molto semplice. Si presta a infinite variabili e una volta entrati nel vortice dell'accumulo di risorse e di utilizzo delle stesse per espandere il proprio impero inizia il divertimento e non se ne esce più. 
7 wonders ha vinto numerosi premi come gioco dell'anno, nel 2011, e devo dire che sono tutti meritati. Io ho passato una serata molto piacevole e mi piacerebbe ripetere presto l'esperienza. Insomma, lo consiglio vivamente, ad appassionati e non.

J.D.

0 commenti:

Posta un commento