venerdì 15 maggio 2015

Un ottimo debutto per Wayward Pines, la nuova Twin Peaks

Ieri sera è andata in onda su Fox, in contemporanea in 126 paesi del mondo, la prima puntata di "Wayward Pines", la serie prodotta da M. Nighty Shyamalan con protagonista Matt Dillon.


La serie è tratta dall'omonima trilogia di romanzi dell'autore del North Carolina Blake Crouch, che strizza l'occhio (dichiaratamente) alla celebre serie degli anni '90 "I Segreti di Twin Peaks". E aggiungerei a "Lost" (la prima inquadratura di "Wayward Pines" è un occhio in primo piano che si apre: devo aggiungere altro?). Aggiungeteci poi un pizzico di "The village", una spolverata di "The Truman show" e una reminiscenza di "Il prigioniero" ed avrete il piatto completo.



Della trama meglio non dire troppo. Mi limiterei a dire che il protagonista Ethan Burke è un agente dei servizi segreti alla ricerca di due colleghi scomparsi. Uno di loro è Kate (Carla Gugino), una collega con cui ha avuto una relazione in precedenza. Viene coinvolto però in un grave incidente stradale e si risveglia nell'ospedale di Wayward Pines, misteriosa cittadina dell'Idaho, dalla quale sembra difficile andarsene...
Interessanti i personaggi che incontra, dalla barista interpretata da Juliette Lewis all'inquietante infermiera Melissa Leo, dallo sceriffo Terrence Howard allo psicologo Toby Jones.
Un cast d'eccezione che eleva la qualità della serie, sempre al limite tra verità e menzogna, tra realtà e allucinazione. Del resto, quando qualcuno ti avverte con un biglietto che "non ci sono grilli a Wayward Pines", come si può restare tranquilli?


Io sono rimasta affascinata dalla prima puntata. Vi consiglio caldamente di recuperarla e poi di attendere ansiosamente insieme a me i prossimi episodi.
Stay tuned!

J.D.

0 commenti:

Posta un commento