mercoledì 12 agosto 2015

6 consigli utili per combattere lo stress

Siete già stati in ferie e il rientro dalla vacanza vi ha ucciso? Oppure tirate la carretta da mesi e dovete ancora partire?

Non importa come siate organizzati o quanto Zen vi sforziate di essere. Lo stress, prima o poi, arriva a livelli altissimi per tutti.


Che stiate lanciando un progetto, che siate oberati di lavoro, che vostro figlio vi faccia impazzire, che stiate ristrutturando casa, che stiate pianificando un matrimonio... Poco importa.
L'esaurimento nervoso si nasconde dietro molti angoli della nostra vita. Possiamo sentirlo arrivare o ci può colpire senza preavviso. Può passare in pochi minuti così come possono volerci mesi, per riprendersi.
Nessuno è immune.
Fortunatamente, ci sono cose che possiamo fare per tenere lontano lo stress e scongiurare pericolose crisi di nervi:

1) RIDUCETE GLI IMPEGNI

Quando ci sentiamo sopraffatti c'è così tanto da fare e non abbastanza tempo per farlo. Siamo gravati dalla pressione e non riusciamo a fare di più.
Ma in realtà quello di cui abbiamo veramente bisogno è fare di meno.
Date un'occhiata alla vostra lista dei to-do ed eliminate tutto ciò che non è assolutamente necessario in questo momento. Può aspettare fino a domani? Il prossimo mese? L'anno prossimo? Riesci a eliminarli tutti insieme?
Concentrarsi solo su ciò che è assolutamente necessario per il presente e dimenticare il resto.

2) SIATE GENTILI CON LA PROPRIA MENTE
Quando ci sentiamo sopraffatti, la nostra mente tende a decollare nella direzione sbagliata. Pensiamo i peggiori pensieri possibili e lasciamo che nella nostra testa i neuroni viaggino all'impazzata.
Cercate di non lasciare che la mente faccia questo. Gestire l'ansia e la paura è un obiettivo che si può raggiungere attraverso i pensieri che vi fanno sentire anche solo un pochino meglio.
Ad esempio, "confido che tutto si risolverà".
Oppure, "Anche questa passerà.
Ricordate a voi stessi, "Questo non è il resto della mia vita."
Sembra banale, ma non lo è.
Rallentate i vostri pensieri o ancor meglio lasciatevi andare completamente con la meditazione. Anche 10-15 minuti di meditazione silenziosa o guidata possono spostare l'equilibrio a vostro favore.

3) PRENDETEVI UNA PAUSA
Che si tratti di 15 minuti, un'ora, o un intero giorno, prendetevi un time-out da tutto e tutti per riconnettervi, rilassarvi e ricaricarvi.
Fate qualcosa che amate o niente del tutto, poco importa.
Mettete queste pause in cima alla vostra lista di "cose da fare", ogni tanto, e lasciate perdere il senso di colpa.

4) COLLEGATE E SCOLLEGATE
Proteggete voi stessi e la vostra energia, collegandovi solo con persone che vi sostengono. Dite addio ai piranha emotivi che succhiano la vostra energia fino a farvi rimanere a secco. Potete sempre tornare da loro quando vi sarete riforniti (o anche no).

5) RESPIRATE
Mettete la mano destra sul cuore e la mano sinistra sullo stomaco e fate respiri profondi dentro e fuori per un minuto.
Provare a ripetere un'affermazione positiva ad ogni respiro. Una che tendo ad usare è "Sono al sicuro. Va tutto bene."
Potete anche provare a ripetere il vostro nome. Questo in genere aiuta a connetterci con noi stessi.

6) CHIEDETE AIUTO
Siamo esseri veramente sorprendenti e in grado di gestire tutto ciò che viene lanciato contro di noi dalla vita. Possiamo fare cento milioni di cose e possiamo fare tutto da soli.
Ma quando veniamo sopraffatti dobbiamo rivolgerci all'esterno e chiedere un aiuto. Chiamate gli amici e la famiglia. Chiedete aiuto all'universo.
Anche se pensiamo di essere in grado di portare il carico non dobbiamo sopravvalutare noi stessi. Ogni tanto arriva il momento di abbassare la guardia e allungare una mano verso chi può afferrarla.

A presto!

J.D.

0 commenti:

Posta un commento