domenica 13 settembre 2015

Festival di Venezia 2015 - Leone d'Oro a "Desde alla"

Dopo la delusione di Cannes, resta a bocca asciutta anche a Venezia, l'Italia, dove a conquistare il Leone d'Oro è il film venezuelano "Desde alla" (Da lontano) del regista Lorenzo Vigas, storia triste e tormentata di due uomini e del loro rapporto a sfondo omosessuale.


L'unica soddisfazione per il cinema italiano arriva da Valeria Golino, che conquista per la seconda volta in carriera (dopo "Storia d'amore" nel 1986) la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile, questa volta per "Per amor vostro" di Giuseppe Guadino. Il miglior attore è invece il francese Fabrice Luchini.


Il Leone d'Argento, invece, che spetta alla miglior regia della manifestazione, va all'argentino Paolo Trapero, grazie al buonissimo film "El clan", che racconta una storia ambientata all'indomani della fine della dittatura argentina.


Il Gran Premio della Giuria va infine all'americano "Anomalisa" di Charlie Kaufman, primo film in stop motion ad essere presentato in concorso a Venezia.
Al di là dei premi, comunque, quella del 2015 è stata un'edizione di altissimo livello, capace di portare sugli schermi tante idee forti ed eterogenee, con autori capaci di leggere e reinventare il cinema secondo forme sempre diverse.

J.D.

0 commenti:

Posta un commento