lunedì 22 agosto 2016

Prelevato dallo scaffale: "La collezionista di sogni", di Valentina Bellucci

Settimana di Ferragosto, settimana perfetta per leggere qualcosa sotto l'ombrellone... Magari un ebook sul mio Kindle...
A volte il caso ci mette lo zampino ed ecco che mentre riordinavo i miei contatti di G+ finisco sul blog di Valentina Bellucci.
Classe 1988, Valentina Bellucci è un'accanita lettrice, una blogger (molto interessanti le sue recensioni) e una scrittrice di romanzi. Mi sono bastati dieci minuti sulla sua pagina per passare su Amazon e scaricare il suo secondo libro, "La collezionista di sogni".
Mi sono bastati due giorni per leggerlo e decidere che meritava una recensione.

Valentina Bellucci
La copertina del libro

La trama è presa direttamente da Amazon:
“Non si direbbe che Londra sia una prigione, finché non ci vivi dentro e te ne accorgi”
Per Tristan e Mary Lou, Londra è proprio come una prigione, e vittime sono proprio loro: due ragazzi adolescenti, incompresi dal resto dei compagni e testimoni di vite complicate.
Mary Lou Finger ha sedici anni, la passione per la lettura e una vita incasinata; è bella ed è brava a scuola, ma non basta, a casa sua vive un inferno.
Tristan Colin, il ragazzo più sfigato della scuola, è chiuso in se stesso da un vuoto incolmabile.
Un giorno però le loro vite saranno destinate ad incrociarsi e sarà proprio mentre si imbatteranno l’uno nell’altra che Tristan avrà intenzione di invitarla ad uscire.
Ma cosa accadrebbe se lei dovesse accettare? E come mai ogni sabato mattina Tristan scompare? Dove va?
La vita di Mary Lou sembra davvero molto confusa, fino a quando un incontro inaspettato cambierà tutto il suo modo di vedere le cose. Sarà proprio lì, alla Boy and Dolphin Fountain, in Hyde Park che conoscerà Annabel, una ragazza di dodici anni, intelligente e spigliata, che dalla vita ha tutto, ma che sarà costretta a crescere troppo in fretta e ad affrontare qualcosa di molto più grande di lei.

Boy and Dolphin Fountain, in Hyde Park

Il romanzo di Valentina Bellucci è un young adult commovente e per nulla banale, che fonda le sue basi nell'incontro tra due  adolescenti come tanti (ma proprio per questo estremamente "reali") per poi svilupparsi in una direzione inaspettata e sfociare su un tema serio e spigoloso sul quale preferisco tacere per non spoilerare nulla.
La svolta è tanto forte e sorprendente che a posteriori la sensazione che provo è quasi di avere letto due racconti separati. Se questo può apparire un difetto, in realtà non va considerato come tale, perchè ciò che lega alla perfezione entrambe le parti del romanzo, di fatto, è il personaggio di Mary Lou, costretta ad affrontare le difficoltà dei suoi rapporti con Tristan prima e con Annabel poi.
La sua evoluzione, da ragazza con qualche problema di adattamento, timida e insicura nonostante la sua bellezza e il suo cervello, a giovane adulta matura, consapevole dei propri mezzi e accresciuta nei propri valori, è il vero filo conduttore della vicenda. Mary Lou sperimenta due importanti esperienze come l'amore e l'amicizia con l'intensità che solo a sedici anni si può raggiungere, passando attraverso le inevitabili gioie e dolori che la vita pone davanti a chiunque. Alla fine comprenderà la potenza dei sogni e di quanto sia importante il desiderio di realizzarli.


L'autrice affronta la narrazione alternando nei vari capitoli il punto di vista di Tristan e di Mary Lou e questo contribuisce a rendere molto piacevole la lettura, anche se le si può imputare sul finale di essersi concentrata più sulla seconda che sul ragazzo, che finisce un po' sullo sfondo. Così come sullo sfondo rimane Londra, la città in cui si muovono i personaggi senza che incida veramente sulle loro vite: personalmente mi sarebbe piaciuto vederla un po' più protagonista.
Ma questi sono difetti veniali, alla fin fine. Ciò che conta è che il romanzo scorre via che è un piacere, appasiona ed emoziona. Per quello che mi riguarda, lo consiglio vivamente, senza alcun limite d'età o genere.

J.D.

2 commenti:

Valentina Bellucci ha detto...

Ciao Jane! Ma grazie, non me l'aspettavo, che bella recensione! Sono contenta che ti sia piaciuto!! ^_^

KeVitaFarelamamma KeVyFra ha detto...

Sembra davvero bello. Grazie del suggerimento.
Ketty

Posta un commento