lunedì 12 settembre 2016

Con "Subway Reads" e-books gratuiti sulla metropolitana di New York

A quanto pare il dramma degli stanchi e annoiati pendolari della metropolitana di New York è stato finalmente risolto. Il sistema della Subway di New York ha infatti stretto un'alleanza con Penguin Random House, una delle più grandi case editrici del mondo, al fine di offrire l'accesso gratuito a una vasta gamma di e-book ai viaggiatori.


New York ha iniziato ad aggiungere il Wi-Fi nella sua colossale rete di stazioni della metropolitana, e per incoraggiare il nuovo servizio ha deciso di concedere gratuitamente estratti di libri ai milioni di passeggeri che utilizzano quotidianamente i treni. Il programma si chiama Subway Reads e ha già iniziato a consegnare novelle, racconti, e brani ai telefoni cellulari e ai tablet dei passeggeri.


Secondo il New York Post, sarà permesso alle persone di leggere gratuitamente cinque "corti", tra cui "High Heat" di Lee Child e "I delitti della Rue Morgue" di Edgar Allan Poe, così come alcuni estratti da altri 175 titoli della Penguin House. Come parte della promozione, la casa editrice sarà anche in grado di vendere i suoi e-book per i pendolari della metropolitana, mentre la società che gestisce quest'ultima avrà una percentuale dei ricavi generati da ogni libro venduto.


Gli scritti sono tutti ottimizzati per i dispositivi elettronici e si presentano come una singola pagina web in modo da non dover scorrere le pagine o rischiare di perdere il segno. Una caratteristica speciale chiamata "read time" aiuta a scegliere le storie a seconda della lunghezza della tratta da percorrere.


"La rete di trasporto di New York deve continuare ad adattarsi alle mutevoli esigenze della propria utenza e un aspetto fondamentale di questo sta nel fornire servizi che sono diventati componenti essenziali della vita di tutti i giorni", ha dichiarato il Governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo nel comunicato che annuncia il programma.

Nelle metropolitane italiane vedremo mai qualcosa di simile?

J.D.

0 commenti:

Posta un commento